Accademia di Kinesiologia

Sono attualmente aperte le iscrizioni al Corso 'Tecniche e Strategie per l'Apprendimento e la Memorizzazione' del prossimo 17 dicembre, al Corso 'Kinesiologia Cyberkinetics - Module 2' del prossimo 20 - 21 gennaio, al Corso 'Kinesiologia e Cervello' del prossimo 27 gennaio - 25 marzo e all'Evento Master di Kinesiologia 2018 a Roma...

        Tiesoterica, settembre 2002

 

Home Page
Pagina Superiore
Dicono di noi...
Media
Articoli
Responsabili
Panorama Corsi
Calendario Corsi
E.C.M.
Terapie Naturali
Sede Centrale
Sede Esterna
Richiesta info
Link
Congressi
Convenzioni
Federazione
Contatti
Info Cookie

 

 

 

La Kinesiologia Cyberkinetics:

 il lato luminoso e il lato oscuro esistente in ciascuno di noi,

 e l’influenza delle loro relazioni nei differenti piani.

 Un punto di vista terapeutico.

 

 

La Natura vive di contrasti, ed è il contrasto che rende intelligibile la realtà. Così come nessun messaggio potrà mai essere vergato con dell’inchiostro nero su di un foglio del medesimo colore, è la dinamica relativistica stessa di luci ed ombre, chiari e scuri, piaceri e dolori, che rende la realtà per noi misurabile, e trasforma l’esperienza della vita in qualcosa a noi adatto.

 

Più di trent’anni fa la Kinesiologia ha iniziato ad introdurre, nell’ambito delle Arti Terapeutiche, degli strumenti di eccezionale precisione ed eleganza per rilevare ed approfondire ciò che per ciascuno di noi è essenziale o gratuito, rifuggito o ricercato nell’ambito della propria vita, senza fermarsi come d’uso alle indicazioni della nostra parte conscia, in ciò minoritaria, bensì coinvolgendo i molteplici aspetti costituenti il nostro essere individuale.

 

Gli elementi così rilevati rendono conto di molteplici disagi che possono essere sviluppati a livello personale nelle dinamiche della propria esistenza. Una incessante danza di contrasti dà forma alle proprie esperienze personali: sta all’individuo mettere in atto la propria capacità di equilibrio nei confronti di sollecitazioni che, riecheggiando all’interno di sé, possono portarlo a sviluppare comportamenti che si rivelano spesso delle false soluzioni, riflettendosi in disagi anche a livello fisico.

 

L’utilizzo di muscoli indicatori proprio della Kinesiologia permette così di colmare, attraverso qualcosa di assolutamente fisico, l’abisso tra noto e ignoto, tra tangibile ed intangibile, chiarendo disequilibri che la persona mantiene in aspetti della sua individualità anche molto lontani dalla sola apparenza fisica, e risolvendoli per il suo benessere ottimale.

 

Se la Kinesiologia con i suoi test muscolari ha sin qui operato su un gioco di due soli contrasti, bianco e nero, forte e debole, la Cyberkinetics, sviluppata negli ultimi anni dall’inglese Alan Sales, dona ora al quadro una ricchezza di sfumature mai conosciuta prima. Il paradigma viene così mutato, e il test usuale rivela una infinita gamma di toni, per tener conto di una realtà sinora celata. L’efficacia terapeutica di tale approccio è, al pari del suo interesse intellettuale, davvero eccezionale.

 

Se è vero che noi siamo fatti di contrasti, e grazie ad essi viviamo la nostra realtà, la Kinesiologia Cyberkinetics consente oggi di dar voce a quelle infinite sfumature che si collocano tra i due estremi, e non possono essere accomunate né all’uno, né all’altro.

 

E il quadro appare allora così nella sua evidenza più piena, pronto per essere abbellito.

 

 

Dr. Diego Vellam

Accademia di Kinesiologia

 

 

 

ritorno a inizio pagina



 

 

Home Page • Pagina Superiore

 

Copyright © 2000 Accademia di Kinesiologia
Numero di Partita I.V.A.: 03133180962
Sito aggiornato il: 05 dicembre 2017