Accademia di Kinesiologia

Sono attualmente aperte le iscrizioni al Corso 'Tecniche e Strategie per l'Apprendimento e la Memorizzazione' del prossimo 17 dicembre, al Corso 'Kinesiologia Cyberkinetics - Module 2' del prossimo 20 - 21 gennaio, al Corso 'Kinesiologia e Cervello' del prossimo 27 gennaio - 25 marzo e all'Evento Master di Kinesiologia 2018 a Roma...

        Kinesiologia e Difficoltà di Apprendimento

 

Home Page
Pagina Superiore
Dicono di noi...
Media
Responsabili
Panorama Corsi
Calendario Corsi
E.C.M.
Terapie Naturali
Sede Centrale
Sede Esterna
Richiesta info
Link
Congressi
Convenzioni
Federazione
Contatti
Info Cookie

 

La Kinesiologia permette di indirizzare e risolvere con rapidità le cause più comuni delle Difficoltà di Apprendimento.

Oggigiorno nell’ambito dell’insegnamento sempre maggiore attenzione viene rivolta alle cosiddette Difficoltà di Apprendimento. Moltissimi esempi hanno infatti evidenziato come tali difficoltà specifiche possano manifestarsi chiaramente, a fronte di una acuta intelligenza e abilità in altri ambiti. Ma da dove provengono dunque tali limiti?

Due rilevanti fattori sono comunemente presenti nella persona con difficoltà di apprendimento, ed entrambi rispondono bene e rapidamente alle risorse terapeutiche della Kinesiologia: si tratta dei programmi di autosabotaggio e della carente integrazione fra i due emisferi cerebrali.

I programmi di autosabotaggio sono dei "copioni" a cui la persona inconsciamente si attiene. Ciò è la regola per ciascuno di noi: l’inconscio guida la maggior parte della nostra vita, e molto spesso la nostra (sovrastimata) parte conscia si limita a giustificare le scelte già fatte a livello inconscio. Si parla però di programmi di autosabotaggio quando l’obiettivo inconsciamente mantenuto è in contraddizione con l’obiettivo conscio, che quindi non riesce ad essere realizzato, pur senza comprenderne il perché. In Kinesiologia è piuttosto semplice individuare i programmi di autosabotaggio rilevanti, riportandoli in linea con gli obiettivi effettivamente mantenuti dalla persona. Questa specifica procedura kinesiologica risulta di grande utilità terapeutica anche in molti altri ambiti.

Riguardo agli emisferi cerebrali, va notato che il cervello rappresenta nella sua unità ben di più della semplice somma dei suoi singoli componenti. Per poter beneficiare in maniera integrata delle differenti risorse dei suoi due emisferi, è dunque necessario che vi sia una appropriata comunicazione e collaborazione fra di essi. Molto spesso però ciò non si verifica, e lo stress può aggravare ulteriormente la situazione, dato che compromette la comunicazione nervosa tra i due emisferi attraverso il corpo calloso. Fortunatamente la Kinesiologia possiede molti strumenti efficaci per poter risolvere con facilità e rapidità tale mancanza di integrazione.

© 2003 - Dr. Diego Vellam - Accademia di Kinesiologia

 

ritorno a inizio pagina



 

Home Page • Pagina Superiore

 

Copyright © 2000 Accademia di Kinesiologia
Numero di Partita I.V.A.: 03133180962
Sito aggiornato il: 05 dicembre 2017